L’Abete ed il Presepe

UN MAESTOSO E LUSSUREGGIANTE  ABETE DISSE UN DI’
AD UN VECCHIO PRESEPIO :

“Ehi, piccolo Presepio!
Non ti vergogni di rappresentare poveri pastori,
artigiani, storpi e malati?
Non senti imbarazzo nel mostrare capanne ,grotte
e catapecchie che persino gli animali rifiutano?
E poi, …e poi, sul tuo capo hai  solo un ramo di pino
….da cui pendono solo arance e mandarini!
Una semplice ovatta ti  funge da.. neve .
Ma va!Ma va!
Quanto tempo conti di sopravvivere?
Nemmeno una soffitta vorrà ospitarti!
Ben presto alimenterai il fuoco di un camino!
Guarda me, invece!
Una Grande Stella sovrasta la mia chioma;
ghirlande dai fantasmagorici colori mi cingono
tutt’intorno e sfere colorate di ogni dimensione
mi ingentiliscono e impreziosiscono.
Miriadi di luci strizzano l’occhio compiaciuti!
Ai miei piedi si accumulano regali
sono tanti …..e son costosi!! 

 RISPOSE L’UMILE PRESEPIO:

 “O albero, che maestoso ti ergi su di me
con i tuoi costosi addobbi,
di certo mi è difficile competere con te
in quanto a vanità e presunzione!
I freddi luoghi da cui ti trassero
sono lo specchio dello spirito che ti anima.
Ma ora dimmi :
com’era fatta  la gente di quella Notte Magica?
Sai descrivermi i luoghi dove essi vivevano?
Gli umili mestieri che essi esercitavano?
Dimmi, infine:
hai mai visto un umile Fanciullo illuminato
da una Luce che non è di questo Mondo?
Hai mai visto in volto Nostro Signore…?
Puoi testimoniare la Sua umile regalità
come fecero i Magi con i loro doni:
oro, incenso e mirra?
Hai mai  sentito la voce degli Angeli
che con celestiali cori invitavano alla Pace?
No! Certamente no!
Sono umili i miei regali :
pane ,vino, cacio,  frutta…
ma tanto, tanto Amore!
Sappi però, e questo è…importante,
che io ti amo così come sei,
anche tu sei “ creatura”,
creatura  del Signore!
Buon Natale anche a te, dunque!
Ed insieme poi diciamo:
Buon Natale al Mondo intero!”

(Federico Cardanobile
Natale 2007/Nuovo Anno 2008/5678
)